Come promuovere un libro sui social network? Scopriamo insieme tutto ciò che devi sapere sulla creazione e sulla gestione del tuo profilo social.

 

Come utilizzare i social per promuovere un libro

 

Se anche tu hai deciso che il tuo piano di marketing per scrittori non può fare a meno dei nuovi canali di comunicazione previsti da Internet, allora dovrai assolutamente capire come promuovere un libro sui social network. Le pagine ed i profili sui social network più noti come ad esempio Facebook, infatti, non sono solo un giochino per adolescenti che vogliono ammazzare la noia, ma anche e soprattutto canali ottimali per promuovere un libro su Internet, o qualsiasi altra tipologia di prodotto tu abbia in mente.

 

Certo, pubblicizzare un libro sui social network non è un’impresa facile, né tanto meno scontata: ci sono mille particolari che dovrai curare e ai quali dovrai dedicare il massimo della tua attenzione, per riuscire a spiccare sulla massa e per conquistare il cuore di una piccola parte dei milioni di utenti iscritti sulle piattaforme più note. E, come sempre, tutto deve partire dalla qualità del tuo profilo social e dal modo in cui lo gestirai, sia per interagire con i tuoi fan, sia per capire come i tuoi concorrenti sfruttano i rispettivi profili per avere successo. Infine, dovrai anche considerare i social network come un mezzo per esprimere te stesso e la tua personalità.

 

Ed ecco un riassunto degli argomenti che analizzeremo oggi, e che ti aiuteranno a comprendere come utilizzare i social per promuovere un libro:

 

  • Quanti social scegliere per aprire un profilo
  • Studiare le pagine della tua nicchia
  • Gestire la tua pagina social condividendo contenuti del blog
  • Interagire con i tuoi fan, coinvolgerli e ringraziarli
  • Condividere video e foto per vivacizzare il profilo
  • Esprimere la tua personalità sui profili social

 

1, 2, 3… Social: quali scegliere per aprire il tuo profilo di autore?

 

Innanzitutto è bene che tu sappia che, non sarà la quantità a fare la differenza, ma la qualità. Questo significa che non ti servirà a nulla aprire un profilo social per autori su ogni piattaforma che ti darà la possibilità di farlo: soprattutto perché non tutte vengono frequentate da utenti che potrebbero essere interessati ad un libro, ed un’eccessiva presenza di profili potrebbe renderti la vita impossibile, succhiando una quantità di tempo che di fatto non hai. A meno che tu non sia già un autore famoso e abbia la disponibilità economica per assoldare una web agency che possa farlo al posto tuo: ma se sei uno scrittore emergente, il tuo budget non ti permetterà questo lusso.

 

Ed ecco quali social dovresti prendere in considerazione quando decidi di aprire il tuo profilo, e tutte le possibilità che ti offrono:

 

  • Facebook – Si parte dal re dei social network. Quando deciderai di invadere i social, non potrai fare a meno di studiare come usare Facebook per promuovere un libro: il motivo? Non troverai nessun’altra piattaforma così ricca di utenti interessati alla tua opera letteraria, e qui avrai tantissimi strumenti per la promozione di un libro, come ad esempio Facebook Ads.

 

  • Twitter – Twitter è un po’ il dinosauro dei social: nonostante gli iscritti siano in calo, e questa piattaforma non venga più utilizzata come in passato, ancora oggi potrebbe rappresentare un ottimo strumento che potrai valorizzare per pubblicizzare un libro online. Soprattutto perché ti richiederà poco tempo, considerando il limite di 140 caratteri per post.

 

  • LinkedIn – Insieme a Facebook, LinkedIn rappresenta una tappa obbligatoria da percorrere quando vorrai studiare come utilizzare i social per promuovere un libro. Il motivo è dovuto al carattere estremamente professionale di questa piattaforma, che rappresenta una vero e proprio curriculum online per scrittori. Inoltre, potrebbe anche metterti in contatto con un editore, per via dei numerosi professionisti del settore dell’editoria, presenti in questo social.

 

Come promuovere un libro sui social: studia la tua nicchia

 

Uno dei modi migliori per imparare a promuovere un libro su Facebook o sugli altri social network, è studiare le pagine ed i profili della tua nicchia. Questo, in altre parole, significa visitare ed analizzare le pagine aperte e gestite dagli altri autori, soprattutto se parliamo di quelli che si occupano di una nicchia molto vicina a quella che intendi raggiungere anche tu. In questo modo sarai in grado di “rubare” informazioni preziosissime su come loro utilizzano i social per promuovere un libro, su che tipo di contenuti condividono, sulle reazioni dei fan, sui contenuti dei sondaggi, e sulla frequenza di pubblicazione di articoli, video e foto. In altre parole, su come la gestiscono.

 

Quando studi le pagine della concorrenza, però, assicurati sempre di “rubare” senza essere visto. Questo significa che dovrai essere bravo a carpire i segreti degli altri autori che hanno un profilo social, senza per questo commettere l’errore di imitarli. Questa sciocchezza non farà altro che trasformarti in un banale clone di qualcosa che esiste già: e la prima regola di un piano di marketing per scrittori è imparare i trucchi della promozione, aggiungendo però un’originalità unica ed inimitabile. Un ottimo sistema per non copiare gli altri, è pensare alle cose che impari come ad una base di partenza per migliorare qualcosa che già esiste, con l’obiettivo di regalare ai tuoi fan una pagina unica ed in grado di distinguersi in positivo dalle altre.

 

Studiare la nicchia, però, significa anche comprendere i gusti degli utenti che visitano la tua pagina e come (e quanto) interagiscono con il tuo profilo, e con ciò che hai pubblicato e che pubblichi. Da questo punto di vista, ad esempio, se stai cercando di capire come usare Facebook per promuoverti, ecco che Facebook Insight si rivela uno strumento poderoso per studiare e conoscere la tua nicchia: se vuoi approfondire l’argomento, ti consigliamo di leggere il nostro articolo seguente:

Il blog come strumento di promozione sui social network

 

Se stai pensando di aprire un profilo da scrittore su un social network come ad esempio Facebook, scordati di avere successo senza il supporto di un tuo blog. Questo perché dovrai avere sempre a disposizione contenuti freschi e attrattivi da proporre ai lettori che ti seguono, e che ovviamente detestano avere a che fare con pagine e profili social deserti e moribondi, in quanto sono il segnale di una scarsa attenzione verso le loro necessità.

 

Inoltre, come potrai mai promuovere un libro sui social senza avere un contenuto che ne parli? Per questo motivo, avere un bel blog ricco di articoli ti darà un’occasione irripetibile per far conoscere la tua opera e persino per aumentare la qualità della tua immagine di scrittore. In questo senso, dunque, il miglior consiglio che possiamo darti è di programmare con attenzione un piano editoriale per la pagina Facebook o per qualsiasi altro profilo social che gestisci.

 

Come utilizzare i social per promuovere un libro: i lettori

 

I lettori rappresentano la chiave del tuo successo, soprattutto se parliamo di piattaforme interattive e votate al dialogo come i social network. Per questo motivo, gran parte della partita te la giocherai proprio sotto questo aspetto: dovrai essere abile a coinvolgere i tuoi fan, a interagire con loro creando spunti di conversazione, e a ringraziarli quando ti faranno un complimento. Solo in questo modo potrai aumentare condivisioni o re-tweet e spingere gli utenti a farti della involontaria promozione online gratuita. Così facendo, infatti, avrai l’occasione di farti conoscere ed apprezzare da un numero sempre maggiore di lettori, fidelizzandoli e trasformandoli in like o in follower attivi.

 

Come promuoverti puntando sulla qualità delle tue interazioni con chi ti segue? Innanzitutto assicurati sempre di pubblicare post “aperti”, ovvero che possano invogliare i tuoi fan a lasciare un commento, o a partecipare ad una discussione. Potresti porgli delle domande, oppure utilizzare le domande per chiudere un post: ad esempio, uno dei modi migliori per aprire ad una discussione è pubblicare un articolo del blog e chiudere con una call to action (“voi che ne pensate?”, “credete che sia giusto così?”, “lasciate pure un commento per esprimere le vostre opinioni!”).

 

Ma esistono delle regole che si dovrebbero seguire per gestire la tua interazione con i fan? Assolutamente sì! Ad esempio, la prima regola è ringraziare. SEMPRE. Questo significa che dovrai sempre rispondere sia a chi ti fa un complimento, sia a chi ti muove una critica: e dirgli che comunque sia il suo commento ti ha fatto piacere, aggiungendo che quel complimento o quella precisazione negativa ti aiuteranno a crescere e a migliorare i tuoi libri.

 

In questo modo non darai una scusa ai “troll” per cominciare a scatenare risse sui commenti dei tuoi post, e al tempo stesso gratificherai quei fan che ti seguono da tempo, e che vorrebbero essere premiati con un briciolo della tua attenzione. Se vorrai imparare a promuovere il tuo libro sui social network, non dovrai mai violare questa regola. A meno che il tuo piano di marketing per autori non punti al chiacchiericcio negativo per pubblicizzare un libro: anche questa è strategia, ma solo se utilizzata essendo consapevole dei rischi che potrai correre, soprattutto a livello di immagine. A patto che il tuo libro sia di qualità eccelsa.

 

Non solo articoli: le foto ed i video per vivacizzare il profilo

 

Gli articoli del blog non sono certamente gli unici contenuti che potrai usare per vivacizzare il tuo profilo sui social network. Nello specifico, è bene che tu sappia che anche le foto e i video sono un meraviglioso strumento per colorare una pagina ed utilizzare i social in maniera visuale.

 

Ti basti pensare ai tantissimi “meme” che invadono la rete: perché non cominci anche tu a fare della sana ironia prendendo in giro qualche libro o autore famoso, trovando una frase divertente da allegare alla tua immagine? E non avere mai paura, perché criticare il commerciale (pur essendo facile come sparare sulla Croce Rossa) ti permette di trovare l’appoggio dei tuoi fan che – quotidianamente – fanno la stessa identica cosa sulle proprie pagine personali. Ad esempio, un musicista non ci penserebbe due volte a sparare a zero su San Remo: tu potresti fare la stessa cosa!

 

In questo modo “rischieresti” di ottenere centinaia se non migliaia di condivisioni, trasformando quella che era nata come una cosa gioviale, in un potentissimo strumento di promozione della tua pagina, magari addirittura virale. E la stessa logica sta alla base delle immagini emozionali e dei video, anche se per questi ultimi serve un discorso a parte.

 

I video sono infatti un canale comunicativo ideale per far conoscere il proprio libro sfruttando la sacra arte dello storytelling. E quando pensi ad un video, dato che sei uno scrittore e il tuo scopo è promuovere un libro online, la mente va immediatamente ai booktrailer: video promozionali che servono per stuzzicare le emozioni degli utenti e per promuovere il tuo libro invogliandoli all’acquisto. Premesso che uno scrittore emergente come te difficilmente potrà permettersi l’ingaggio di un esperto, potresti comunque provare a fare un booktrailer fai da te, magari puntando più sull’auto-ironia che sulla professionalità: potresti avere risultati inaspettati. Lascia perdere invece il solito booktrailer con le foto e la trama che scorrono su una base musicale. Non è così che conquisterai i lettori. La creatività è la parola d’ordine.

Infine, social network come Facebook ti permettono anche di fare video-dirette: perché non le sfrutti a tuo favore, filmandoti live durante un momento della tua giornata, anche mentre fai colazione con un buon libro? Potresti ad esempio fare una rubrica in cui ogni mattina dai il buongiorno ai lettori leggendo la citazione dal libro in diretta live. Ti servono appena un paio di minuti e potresti trovare una chiave di volta per dare un po di viralità alla tua pagina. Ti sorprenderai nello scoprire quanti utenti amano intrufolarsi nella vita privata di una persona, sia essa famosa o sconosciuta!

Scegli sempre libri e argomenti della tua nicchia. Non monopolizzare lo spazio parlando solo di te stesso. Un rapporto sano può essere 80/20. Cioè parla di cose attinenti alla tua nicchia per l’80% delle volte. Il rimanente 20% dedicalo al tuo libro.

Profilo social per autori: usalo per esprimere te stesso

 

I social network sono piattaforme informali per definizione: chi si rivolge all’utente in modo freddo e troppo professionale, di fatto vìola la condizione che porta gli stessi social network ad esistere. Ovvero la possibilità di abbattere le distanze, entrando in contatto con lo scrittore, prima ancora che con il suo libro: questo significa che dovrai far sentire l’utente a suo agio, approfittando di questa “confidenza” per farti conoscere, per esprimere te stesso e la tua personalità.

 

Ricorda sempre che sei uno scrittore emergente e che, in quanto tale, dovrai innanzitutto dare spessore alla tua immagine: ovvero uno dei migliori consigli per promuovere un libro sui social. Solo così potrai convincere le persone della bontà di ciò che hai scritto, perché è presumibile che all’interno del tuo libro avrai lasciato una briciola di ciò che sei, o di ciò che vorresti essere. E se sarai bravo a coinvolgere i tuoi potenziali lettori con le diverse sfaccettature del tuo carattere, stai tranquillo che vorranno scoprirne di più, e che leggeranno il tuo libro anche per questo.