Oggi vedremo come acquisire contatti per la tua newsletter: una fase importantissima in un piano di marketing per scrittori.

 

marketing per scrittori: come acquisire contatti

 

Nell’ottica di realizzare il nostro piano di marketing per scrittori, oggi vedremo perché la newsletter non può mancare. Quando pensi al tuo prodotto editoriale, guardalo soprattutto come un alberello che deve ancora rinforzare le proprie radici: questo significa che dovrai capire il prima possibile come acquisire contatti ed e-mail per dare una sana iniezione di energia al tuo business editoriale, e farlo crescere rigoglioso. I contatti rappresentano infatti quei collegamenti verso i tuoi lettori, che ti consentiranno di far viaggiare velocemente tutte le novità che hai in serbo per loro, di farti conoscere, di promuovere un libro ed altre nuove iniziative: più queste “radici” saranno lunghe e ben piantate nel terreno della tua nicchia, più quel terreno potrà nutrire la tua attività di autore emergente.

 

Per questo motivo, dovrai assolutamente comprendere come rimpolpare la lista dei tuoi contatti, come raccogliere le e-mail dei lettori potenzialmente interessati al tuo libro, e come sfruttare al massimo il web per raggiungere questo scopo. Ed ecco un elenco degli argomenti che scopriremo insieme in questo articolo:

 

  • Cos’è e come funziona un Lead Magnet
  • Perché regalare un capitolo o un racconto
  • Come acquisire contatti con il Giveaway
  • Perché iscriverti ad una newsletter di autori
  • Cos’è un Blog Tour e perché conviene

 

Lead Magnet: cos’è e come funziona?

 

Il Lead Magnet è – letteralmente parlando – una calamita per acquisire nuovi contatti. Si tratta, nei fatti, di un vero e proprio regalo che farai ai lettori che decideranno di iscriversi alla newsletter del tuo sito, lasciandoti dunque la loro e-mail. In questo modo potrai invogliare le persone ad accettare qualsiasi tipo di comunicazione vorrai fargli, perché in cambio sarai in grado di garantire la consegna di uno o più incentivi che avranno lo scopo di informarlo, o semplicemente di divertirlo o di emozionarlo.

 

Se ti stai chiedendo come fare per vendere un libro online, sappi che la strategia del Lead Magnet è una pietra basilare del marketing per scrittori: ricorda sempre che sul web nessuno regala niente per nulla, e che spesso la stessa e-mail viene vista da un utente come un bene prezioso, da lasciare solo a chi si è meritato questa fiducia. E tu dovrai capire come conquistartela, offrendo contenuti di reale valore che possano risultare piacevoli e utili alla tua nicchia.

 

Ma veniamo al punto della questione: come scegliere il Lead Magnet più adatto per scrittori emergenti? Da questo punto di vista non esistono regole precise: il consiglio che possiamo darti, è di scegliere un premio che sia tagliato su misura per il tuo lettore di riferimento, proprio come un abito sartoriale. Questo significa che prima di pensare al tuo Lead Magnet dovrai per forza capire come individuare il tuo lettore tipo: se non hai ancora letto il nostro articolo su come trovare la tua nicchia, forse è il caso che tu gli dia un’occhiata!

 

Perché regalare un capitolo o un racconto?

 

E a proposito di Lead Magnet, che ne penseresti se ti consigliassimo di regalare un capitolo del tuo libro o un racconto, a chi deciderà di iscriversi alla tua newsletter? Questa è una strategia basilare se parliamo di come acquisire contatti ed e-mail, al di là del tuo utente di riferimento: essendo comunque un lettore, apprezzerà di sicuro la possibilità di mettere mano gratuitamente ad un’anteprima della tua opera letteraria o – meglio ancora – ad un racconto fresco fresco che hai scritto per l’occasione.

LEGGI ANCHE:   Piano di marketing per scrittori: misurare gli obiettivi

 

Volendo entrare più nel dettaglio, prima di pensare a quale capitolo del tuo libro offrire o a quale racconto regalare agli iscritti della tua newsletter, fermati un attimo e ragiona mettendoti nei panni dei tuoi lettori: cosa vorrebbero leggere del tuo libro? Quale capitolo potrebbe invogliarli ad acquistarlo? Che tipo di racconto potrebbe stuzzicarli? In questo senso, noi abbiamo qualche consiglio per te:

 

  • Capitolo introduttivo – Si tratta di un autentico cavallo di battaglia per promuovere il tuo libro, perché (almeno teoricamente) il capitolo introduttivo dovrebbe fungere da apri-pista per i tuoi lettori, immergendoli nell’atmosfera del racconto e stregandoli al primo impatto. Perché mai non dovrebbe funzionare anche come Lead Magnet?

 

  • Racconto spin-off – Se hai deciso di regalare un racconto ai lettori che ti lasceranno il loro contatto, perché non offrirgli un contenuto aggiuntivo, che possa raccontare di qualcosa che è accaduto nell’universo letterario che hai creato, ma comunque indipendente dalla storia principale? Parliamo del classico spin-off: una strategia perfetta per interessare non solo chi leggerà il tuo libro, ma anche chi l’ha già letto e vorrebbe divorare altri contenuti che possano far proseguire la magia di quella storia.

 

Come acquisire contatti: il Giveaway

 

Quando pensi a come pubblicizzare un libro, non devi pensare solo ed esclusivamente alle opportunità che ti regala il tuo sito web, ma anche alle potenzialità latenti che gli altri siti del settore ti offrono. Stiamo parlando dei blog a tema letterario, soprattutto se noti al pubblico e seguiti da centinaia (se non migliaia) di utenti: in questo caso, è abitudine comune parlare di “influencers”, ovvero di utenti esperti di un certo argomento che amano parlarne a raffica sui propri blog. Nel nostro caso, gli influencer corrispondono a persone appassionate di libri, se non addirittura ad altri autori. Ed ecco che il nocciolo della questione si sposta dal come al dove pubblicizzare il proprio libro.

 

Premesso che non è in questa sede che approfondiremo l’argomento del guest posting (un’etichetta che ci sentirai spesso ripetere), il Giveaway ne condivide la logica di fondo: contattare un blogger famoso, regalargli un prodotto (nel nostro caso il tuo libro) e chiedergli di indire un concorso a premi per regalarlo a sua volta ad uno dei suoi fan. Dovrai essere tu a determinare le regole del Giveaway, oppure lasciar fare all’influencer: ciò che importa, è che riuscirai a farti tantissima pubblicità gratuita sfruttando il canale preferenziale del blogger che hai contattato, che ti consentirà di farti conoscere dai suoi follower. In altre parole, un sistema eccezionale per acquisire nuovi contatti, soprattutto se sarai abile a dirottarli sulla tua pagina Facebook tramite il Giveaway.

 

Quest’ultima soluzione ti stuzzica? Facciamo un esempio pratico: regali il tuo libro ad un blogger e gli chiedi di organizzare un Giveaway su Facebook, ed il blogger mette fra le regole l’obbligo di cliccare Mi Piace sulla tua pagina social. Questo, tempo fa, era un ottimo sistema per collezionare contatti e rimpolpare i like attivi della tua pagina, ma oggi è un terno al lotto: il social di Zuckerberg – per questioni meramente legali – si è opposto ai concorsi impedendo questo metodo per ottenere nuovi like, dunque rischieresti la chiusura della pagina.

LEGGI ANCHE:   Come promuovere un libro: pubblicità per scrittori emergenti

 

Nulla, però, ti impedisce di far partire il tuo Giveaway direttamente dal blog dell’influencer. Come funziona? Molto semplice: l’influencer pubblica un articolo in cui indice il concorso mettendo in palio il tuo libro, e permettendo la partecipazione agli utenti che lasceranno un commento scrivendo anche la loro e-mail. Una volta organizzato un Giveaway, non ti resterà altro da fare che farlo pubblicizzare sulla pagina Facebook del tuo blogger, sulla tua pagina Facebook e, ovviamente, sul tuo blog. Oppure potresti farlo partire tu stesso, facendo tutto “in casa” e chiedendo in cambio della partecipazione l’iscrizione alla tua newsletter.

 

Come organizzare un Giveaway a norma di legge?

 

Nota in calce: dal 2014 lo stato italiano ha deciso di regolare i Giveaway (concorsi a premi) con una normativa ben precisa. L’iter burocratico prevede la comunicazione del Giveaway al Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE – http://www.impresainungiorno.gov.it/), con la definizione del premio e il versamento di una cauzione pari al suo valore, che verrà poi restituita a chi l’ha versata. Inoltre, il percorso prevede anche la certificazione da parte di un notaio.

Per ovviare a questi problemi burocratici, potresti decidere di offrire un premio di scarso valore. In tal caso non rientreresti nella casistica del  concorso a premio. Quindi non avresti impedimenti burocratici. Cosa sia un premio di scarso valore è dibattuto. Se offri dei gadget, come ad esempio dei segnalibri o delle penne  non avresti alcun problema. Probabilmente se il tuo libro ha un prezzo di 99 centesimi e decidi di offrirlo come premio del giveaway potrebbe essere considerato un premio di scarso valore. Prima di fare qualsiasi cosa informati per esserne certo.

Quando decidi di organizzare un Giveaway, dunque, fallo seguendo quanto previsto dalla legge italiana.

 

Newsletter di autori: perché iscriverti?

 

Iscriverti ad una newsletter di altri autori, per aumentare il numero di iscritti alla tua newsletter? Quello che potrebbe sembrarti un noioso gioco di parole, è in realtà un’ottima strategia per ottenere consigli da chi ha già avuto successo in questo campo, o per studiare l’uso che fa della newsletter. E la logica è identica a quella che abbiamo già sviscerato quando abbiamo parlato di Lead Magnet: dare il tuo contatto per ricevere in cambio informazioni e contenuti utili.

 

Si tratta di un modo per studiare il tuo mercato a costo zero, dunque l’ideale per la promozione di un libro di autori emergenti che, come te, devono ancora farsi le ossa da un punto di vista di marketing editoriale. E ricorda sempre che dalla concorrenza c’è sempre da imparare: visto che sei uno scrittore, dovresti già aver sentito il detto “conosci il tuo nemico”, preso appunto da “L’Arte della Guerra” del generale Sun Tzu!

 

Cos’è un Blog Tour e perché conviene?

 

Chiudiamo il nostro articolo su come acquisire contatti ed e-mail con il Blog Tour: uno strumento che – ancora una volta – richiama in campo la logica del guest posting. Per capire concretamente di cosa si tratta, immagina il Blog Tour come un tour di concerti: tu sei un musicista che terrà un’esibizione musicale in diversi pub e locali della tua città. Non verrai ovviamente pagato per farlo, perché a parte il tuo gruppetto di amici che è venuto a sostenerti nessuno ti conosce, ma avrai comunque l’occasione di farti notare da altri appassionati, allargando così il giro dei tuoi fan, poco per volta!

LEGGI ANCHE:   Come gestire un blog per scrittori: promuovere un libro con un blog letterario

 

Ed ecco che il Blog Tour è esattamente questo: un giro di presenze presso i blog tenuti dagli influencer di settore, che ti consentiranno di pubblicare un articolo in cui ti presenti, e in cui parli del tuo libro. Ovviamente più saranno numerosi questi blog, maggiori saranno gli utenti che raggiungerai e – di conseguenza – i contatti che potresti accalappiare tramite il tuo sito web o le tue pagine social. È bene che tu sappia che esistono dei “tornei” che ti offrono questa possibilità fungendo da intermediari, e altrettanti blogger con i quali potrai interfacciarti direttamente per promuovere il tuo Blog Tour.

 

In ogni caso, preparati comunque a pagare, soprattutto se sceglierai gli influencer più noti al pubblico e, dunque, con più potere o fans. In questo caso, infatti, i blogger tendono a monetizzare le proprie pagine offrendoti una vetrina altrimenti impossibile da raggiungere: studia il tuo budget, e vedi come spalmarlo sulle varie “tappe” alle quali hai pensato. O in alternativa rivolgiti ai blogger più “modesti”, dato che in questo caso è improbabile che ti chiederanno un pagamento. Perché? Semplicemente perché ci guadagnano anche loro.

 

Perché mai un blogger dovrebbe ospitare gratuitamente un tuo contenuto? Perché in questo modo gli consegnerai un articolo già pronto all’uso, che gli servirà per riempire il suo calendario editoriale e per ottenere a sua volta nuovi contatti, dato che presumibilmente sponsorizzerai quell’articolo sia sul tuo sito che sulle tue pagine social. E proprio come un musicista, quando sarai riuscito a creare un seguito di appassionati piuttosto corposo, anche i locali più alla moda della città ti accetteranno senza chiederti un euro in cambio. Semplicemente perché aiuterai il proprietario a vendere tantissimi cocktail! Attenzione però, il contenuto che offrirai dovrà essere di enorme valore, altrimenti le possibilità di ottenere lo spazio che chiedi si riducono al minimo.

 

Ma cosa ti permette di fare un Blog Tour? Oltre a darti la possibilità di promuovere il tuo libro e la tua immagine, ti consentirà anche di rispondere alle domande che i lettori del blogger ti rivolgeranno attraverso i commenti sull’articolo o sui post nei social. Parliamo di un’occasione unica per farti conoscere, e anche per comprendere i gusti dei lettori che si interessano al tuo libro.

 

Infine, cosa scrivere in un blog post? Ci sono le interviste, ma se non sono fatte con il giusto spirito rischiano di essere noiose. Crea piuttosto uno spunto che possa poi generare una discussione appassionata, perché il tuo scopo è esattamente quello di interagire con i lettori per acquisire contatti freschi: potresti ad esempio partire da un estratto o dalla sinossi del tuo libro, parlare della psicologia di un tuo personaggio, raccontare come ti è venuta l’idea e quanta fatica e sudore hai versato per trovare una casa editrice interessata. Ricorda che lo storytelling è un’arma potentissima, se sfruttata in modo saggio e consapevole.

 

Infine – giusto per tornare al Lead Magnet e al Giveaway – potresti sfruttare il blog post per indire un concorso oppure per regalare un capitolo del libro o un racconto. Quale modo migliore per chiudere il nostro cerchio?