Come promuovere un libro sfruttando i vecchi ed i nuovi strumenti di comunicazione? Prima imparerai tutte le strade per pubblicizzare il tuo libro, prima capirai come diventare uno scrittore emergente di successo.

 

Come promuovere un libro

 

Capire come promuovere un libro non è impresa facile, così come non lo è per tutti gli altri prodotti che invadono il mercato, dagli elettrodomestici ai dadi per il brodo. Sebbene molti siano realmente convinti che la pubblicità sia l’anima del commercio, in realtà è l’esatto contrario, soprattutto per gli autori emergenti: la promozione di un libro è un male necessario per raggiungere la tua nicchia, per ampliare i tuoi contatti, per trovare una casa editrice interessata alla tua opera, e per farti conoscere e apprezzare da chi ancora non ha la più pallida idea di chi tu sia.

 

Parliamo di “male necessario” per il semplice fatto che tu, da scrittore emergente, vorresti sempre evitare di dover pensare a tutto ciò che segue la fase di editing del libro: tu il tuo senti di averlo già fatto, dato che in fondo hai creato qualcosa che prima non esisteva, e dunque hai già provveduto al tuo personalissimo lascito all’umanità. Purtroppo, però, i lettori – così come i soldi – non piovono dal cielo: tu sei un creativo e su questo non ci piove, ma dovrai imparare anche a farti furbo e a sfruttare la tua inventiva per auto-promuovere il tuo libro. Perché, se non lo farai tu, non lo farà nessun altro: a meno che tu non abbia intenzione di sborsare parecchi euro per ingaggiare una web agency.

 

Ed ecco una lista degli argomenti che vedremo in questo articolo, così che tu possa farti un’idea delle diverse tappe che ti impegneranno nella promozione di un libro:

 

  • Contattare le redazioni
  • Fare Advertising con Facebook ADS
  • Fare Advertising con gli altri social network
  • Organizzare presentazioni dal vivo
  • Fare Networking
  • Fare Guest Posting
  • Fare interviste

 

Il primo passo per pubblicizzare un libro: contatta le redazioni

 

Una delle prime cose che devi fare per promuovere il tuo libro online, è contattare le redazioni dei siti web e dei portali che si occupano a tutto tondo del mondo editoriale, dalle recensioni alle news di settore. Questo significa che dovrai assolutamente impegnarti in una approfondita ricerca su Google, utilizzando le parole chiave più adatte per trovare questi siti web e per poterli successivamente contattare, come ad esempio “blog libri” o “recensioni libri”.

 

Si tratta di una missione in apparenza semplice, ma che in realtà nasconde più di un’insidia: non tutti i blog sono adatti alle tue mire di promozione, perché non tutti si rivolgono alla nicchia che hai precedentemente tracciato e schedato per pubblicizzare il tuo libro. Inoltre, un blog non vale l’altro: alcuni sono decisamente più seguiti di altri, dunque ti offrono maggiori opportunità di promozione editoriale ma presentandoti barriere d’ingresso decisamente più complesse da aggirare.

 

Ma come procedere per contattare le redazioni delle testate giornalistiche, dei blog letterari e dei siti web di recensioni libri? Il primo passo è quello di creare una lista dei portali da contattare. Una volta che avrai fatto questo, dovrai cercare di rompere un po’ il ghiaccio con loro, soprattutto se si tratta di influencer: cerca di interagire tramite i commenti ai loro articoli, di farli uscire dalla loro tana e di creare una conversazione che possa permettergli di conoscerti. Fatto questo, passa all’azione contattandoli in privato, raccontandogli del tuo progetto editoriale e del tuo libro, cercando di ottenere da loro una recensione o un guest post. Poi, una volta spedito il tuo libro, non ti resterà che attendere l’esito!

 

Come già anticipato, contattare le redazioni dei blog e dei siti di recensioni presenta difficoltà variabili: nel caso il blog non sia seguitissimo, non avrai grossi problemi ad ottenere una recensione del tuo libro, ma allo stesso modo avrai occasioni di promozioni abbastanza ridotte. Nel caso del blog di un influencer, invece, dovrai faticare molto di più: sia perché è presumibile pensare che il blogger in questione abbia già una pila di libri da leggere e da recensire, sia perché dovrai anche convincerlo della bontà della tua opera. In ogni caso, preparati anche ad una recensione critica: i siti più seguiti di questo settore, infatti, si pongono in modo molto oggettivo e raramente concedono “marchette” agli autori!

La nostra redazione ha ricevuto decine di richieste di recensioni, proprio per questo siamo in grado di dirti gli errori che non devi commettere.

Abbiamo preparato per te un vademecum con 10 consigli indispensabili e gli errori da evitare quando si contatta una redazione.

 

Come usare Facebook per promuovere un libro?

 

Come promuovere un libro su Facebook? Sappi innanzitutto che questo social network conserva delle enormi potenzialità per pubblicizzare un libro, soprattutto se saprai sfruttare al massimo il tuo profilo e adottare una serie di tecniche perfette per coinvolgere la tua nicchia ed i fans che ti seguono: a tal proposito, prima di proseguire, forse faresti meglio a leggere il nostro articolo su come utilizzare i social per promuovere un libro. Detto questo, c’è uno strumento di promozione editoriale che non necessita di alcun preambolo: Facebook ADS. Di cosa si tratta, e come potrai utilizzarlo per la promozione del libro online?

 

Facebook ADS è uno strumento di promozione a pagamento, che potrai utilizzare per raggiungere con grande precisione la tua nicchia di lettori. Il motivo è dovuto al fatto che Facebook ADS ti mette a disposizione numerose opzioni per creare un tuo annuncio pubblicitario, e per indirizzarlo esclusivamente verso un target mirato. Ovvero quei lettori che corrispondono alla fascia d’età della tua nicchia, specificando persino la provenienza geografica ed il sesso.

 

Ma quello che rende questo strumento di advertising così utile per promuovere la vendita di un libro, è la possibilità di orientare il tuo annuncio promozionale solo alle persone che hanno dimostrato un certo comportamento specifico su Facebook, cliccando Mi Piace a pagine simili alla tua. In questo modo, avrai la certezza di raggiungere solo i lettori più interessati alla tua attività. E non è tutto: con Facebook ADS potrai scegliere il pubblico in base a un determinato comportamento. Per esempio puoi scegliere su quale dispositivo inviare il tuo annuncio, ovvero se orientarlo verso la Home degli utenti che utilizzano Facebook da pc, oppure se spararlo sulle pagine di chi utilizza Facebook su smartphone. Una cosa più interessare è che puoi scegliere il pubblico in base a determinati interessi: per esempio lettori a cui piacciono i thriller; oppure ancora in base al lavoro o al titolo di studio. Le possibilità sono davvero tante, ma come in tutte le cose bisogna padroneggiare lo strumento altrimenti si rischia di sprecare denaro inutilmente.

 

Come utilizzare Facebook ADS? La questione è semplicissima. Non dovrai fare altro che andare sul profilo che hai aperto per promuovere un libro, cliccare sul pulsante “Pubblicizza” in basso a sinistra, e cominciare a compilare i vari campi del tuo annuncio pubblicitario: nello specifico, potrai selezionare luogo di provenienza, età, genere e budget mensile da dedicare alla promozione del tuo libro su Facebook. Fatto questo, non ti resterà che aspettare i risultati e, eventualmente, modificare la tua inserzione per aggiustare il tiro e per migliorare la tua promozione editoriale.

 

Come fare Advertising con gli altri social network?

 

Facebook non è certamente l’unico social che potrai utilizzare per pubblicizzare e vendere un libro: esistono infatti altre piattaforme davvero potenti da questo punto di vista, come ad esempio LinkedIn e Twitter. Ma andiamo con ordine.

 

Come promuovere un libro su LinkedIn? Innanzitutto, è bene che tu sappia che qui le cose si fanno serie: se Facebook è un social perfetto per raggiungere un target interessato all’acquisto, LinkedIn è invece una piattaforma mirata alla creazione di contatti e di opportunità di business: il che, in altre parole, significa che potrai aumentare le tue chance di fare networking creando reti sempre più vaste con altri autori, e ottenere diverse opportunità per entrare in contatto con case editrici ed altre aziende interessate alla tua figura di autore emergente. Il motivo è dovuto al fatto che, pur essendoci meno utenti registrati rispetto a Facebook, qui la tua pagina funge da vero e proprio curriculum e portfolio online: un contatto preso qui, dunque, potrebbe valere 10 volte un contatto preso su altri social network. In questo caso, hai due strade alternative o complementari:

 

  • Creare annunci testuali – Si tratta di annunci promozionali indirizzati verso un target altamente specifico, all’interno dei quali potrai ovviamente indicare diverse opzioni di profilazione per raggiungere la tua nicchia. Questi annunci finiscono nella colonna laterale di destra, offrono una piccola immagine, un link al sito o alla pagina LinkedIn sponsorizzata, un titolo ed una piccola descrizione della tua attività.

 

  • Creare aggiornamenti sponsorizzati – Gli aggiornamenti sponsorizzati sono praticamente identici agli annunci promozionali di Facebook, in quanto compaiono direttamente sulla home degli utenti, proprio come un normalissimo aggiornamento sui social, e permettono a chi li visualizza di compiere una determinata operazione. Come ad esempio la visita del sito o del profilo, l’acquisto di un prodotto o il redirect al tuo sito web. Com’è ovvio che sia, gli aggiornamenti sponsorizzati costano più degli annunci testuali, ma hanno anche una visibilità ed un appeal decisamente maggiori.

 

Infine, ecco Twitter. Nonostante l’età, questo social network sta conoscendo una seconda giovinezza, soprattutto da quando ha deciso di aprire alle aziende e di consentire l’utilizzo degli strumenti di advertising. Se ti stai chiedendo come utilizzare i social network per promuovere un libro, Twitter potrebbe rappresentare una piacevole sorpresa: come utilizzarlo?

 

Innanzitutto Twitter Ads ti mette a disposizione diversi strumenti per pubblicizzare il tuo libro o il tuo profilo social: potrai ad esempio creare il classico Tweet sponsorizzato – molto simile a Facebook e a LinkedIn – oppure creare un Twitter Trend sponsorizzato, legato ad un certo #hashtag e visibile in cima per 24 ore. Nel primo caso potrai aumentare le visite al tuo sito o alla tua pagina Twitter, aumentando il numero di follower o generando maggiori conversioni in acquisto, mentre nel secondo caso potrai sfruttare un #hashtag per diffondere a macchia d’olio la tua attività di scrittore emergente.

 

Infine, da sottolineare una particolarità che riguarda i Tweet sponsorizzati: oltre ad avere la solita sfilza di opzioni per identificare con precisione la tua nicchia di utenti su Twitter, potrai anche specificare parole o addirittura intere frasi. Quando Twitter rileverà dei tweet contenenti le suddette parole o frasi, aggancerà quegli utenti e gli mostrerà il tuo annuncio!

 

Come promuovere un libro organizzando presentazioni dal vivo?

 

Come ti abbiamo accennato all’inizio del nostro articolo, per pubblicizzare un libro dovrai utilizzare anche i canali di comunicazione vecchio stampo, e non solo Internet. Da questo punto di vista, una delle migliori idee per promuovere un libro è organizzare presentazioni dal vivo della tua opera. Come fare?

 

Il primo passo è contattare un’associazione culturale che possa sostenerti e che possa ovviamente fornirti un locale presso il quale promuovere il tuo libro. Inoltre, in questo modo potresti anche avere l’opportunità di presentare il tuo libro presso le biblioteche comunali, il che ti permetterebbe di colpire una nicchia composta esclusivamente da lettori forti. Infine, non sottovalutare le opportunità fornite dai caffè letterari. Nel caso decidessi di sfruttare i locali dell’associazione o le biblioteche, questo avrà ovviamente un costo: e lo stesso discorso vale se sarai tu in prima persona a scegliere una sala presso la quale pubblicizzare il tuo libro con una presentazione dal vivo.

Una volta che ti sarai organizzato, dovrai pianificare lo svolgimento dell’evento. In questo caso, è sempre meglio che non sia tu a presentare, ma una persona esperta che sappia come tenere le redini della situazione stuzzicando continuamente l’attenzione del pubblico. Inoltre, potrebbe essere una grande mossa prevedere la lettura di alcuni brani della tua opera: in questo modo, potresti aumentare la possibilità che qualcuno acquisti il tuo libro direttamente durante l’evento.

Come pubblicizzare un libro con una presentazione online

La presentazione in libreria è il miglior modo per presentare un libro. Non c’è nulla che possa sostituire il contatto diretto con le persone. Purtroppo però ciò richiede uno sforzo non indifferente in termini di denaro e di tempo.

Come ho detto poco fa, serve infatti uno sforzo organizzativo non indifferente: trovare la libreria o il posto che ti ospita, ideare e stampare delle locandine da appendere nei locali, trovare qualcuno che si occupi della presentazione e magari offrire un aperitivo a tutti quelli che parteciperanno. Si aggiunga inoltre che la presentazione possa avvenire in una città che non è la propria, con ulteriore aggravio di tempi e di costi.

Ecco quindi che la presentazione online diventa una alternativa da considerare. Di che cosa si tratta?

La presentazione online è un articolo di presentazione del tuo libro, frutto di una chiacchierata della redazione con l’autore. Se vuoi saperne di più visita il link di seguito.

Pubblicizzare un libro facendo Networking

 

Fare rete è sempre un ottimo sistema per allagare la propria cerchia di contatti, per far conoscere il tuo libro e per ottenere occasioni che altrimenti non avresti mai avuto. Perché? Perché si tratta di passaparola nudo e crudo, fatto di chiacchiere, di rapporti inter-personali, di strette di mano e soprattutto di tanta, tanta conoscenza.

 

Ma come cominciare? Uno dei modi migliori per iniziare a promuovere un libro con il networking, è rivolgersi innanzitutto ai propri amici, che potranno fungere da solida base per la creazione di una prima rete “intima”. Fatto questo, dovrai essere abile a sfruttare tutte le occasioni per espandere il tuo network verso gli autori e gli editori che non conosci: da questo punto di vista, esistono diverse aziende sul web che si occupano di curare la tua rete e di metterti in contatto con altre persone che, proprio come te, stanno cercando di creare un network.

 

Infine, ecco gli eventi letterari: in assoluto il miglior traino per la promozione editoriale e per la creazione di un network. Da questo punto di vista, infatti, sappi che partecipare agli eventi di settore ti regalerà una visibilità unica e la possibilità di vendere il tuo libro ai tantissimi visitatori che ti sentiranno parlare o che passeranno vicino al tuo stand.

 

Devi essere sempre pronto ad avere in tasca il tuo biglietto da visita e utilizzarlo ad ogni occasione utile per farti conoscere.

Questo vale anche e soprattutto per la propria presenza online. Ogni occasione è buona per farsi dare l’indirizzo email: dai forum della propria nicchia, ai commentatori abituali. Dai social a Facebook messenger o Whatsapp. Questo non significa comunque che dovrai essere inopportuno.

La regola d’oro affinché il networking abbia senso e non sia solo spam, è che dovrai far entrare nel tuo network soltanto persone delle tua nicchia e con le quali hai davvero qualcosa di affine o che senti in sintonia. Per esempio persone a cui piacciono i tuoi stessi generi letterari, oppure persone che hanno la passione per i libri di un certo autore,ecc,ecc.

Come pubblicizzare un libro con il Guest Posting

 

Il Guest Posting è in assoluto uno dei modi migliori per promuovere un libro online. Ma di cosa si tratta? In pratica, tutte le volte che scriverai un articolo e chiederai ad un blogger di pubblicarlo sul suo sito web, starai facendo del sano Guest Posting. Ma questa tecnica di promozione deve rispondere anche a dei requisiti prettamente tecnici: l’articolo che scriverai (o che ti farai scrivere direttamente dal blogger) dovrà contenere sempre e comunque un link al tuo sito o ad una delle sue pagine (esclusa quella di vendita). Solo in questo modo, infatti, potrai massimizzare le visite dei lettori e indirizzarli verso il tuo sito web, acquisendo dunque nuovi contatti. Inoltre, grazie a quel link aumenterai anche il PageRank del tuo sito su Google: il che significa che otterrai un posizionamento migliore sulle pagine dei risultati del famoso motore di ricerca.

 

Come trovare un blogger disposto a pubblicare un tuo articolo, o a scrivere del tuo libro allegando anche un link che reindirizzi il lettore al tuo sito? Una delle strategie migliori è creare un tuo network, cominciando a conoscere chi si occupa delle recensioni dei libri sul web, magari dandogli in cambio la possibilità di pubblicare a sua volta un guest post sul tuo blog: in questo modo, ci guadagnerete entrambi. Spesso, però, per accaparrarti uno spazio sui blog più frequentati dovrai pagare: alle volte, un guest post di qualità può arrivare a costare centinaia di euro, ma se il blog ha numerosi follower si tratta di un investimento a medio termine davvero efficace!

 

Ma cosa scrivere in un guest post? Innanzitutto, no alle interviste e ai contenuti auto-referenziali: se proprio devi optare per una recensione, falla scrivere direttamente al blogger e fai in modo che sia spigliata, sincera, personale e soprattutto stuzzicante. Inoltre, assicurati sempre che il tuo articolo sia inerente al taglio del blog e alla nicchia che lo segue.

Prima di contattare qualsiasi blogger, dovrai avere già un’idea di ciò che scriverai. Ancora meglio è avere un contenuto di altissima qualità già pronto. Se lo farai, le possibilità di ottenere l’attenzione saranno molto più alte.

Infine, non azzardarti mai a proporre un articolo che sponsorizzi la vendita del tuo libro, con un link alla pagina degli acquisti: quello si chiama “article marketing”, ed è tutta un’altra cosa.

 

Ancora Guest Posting: cosa pubblicare sul tuo blog?

 

Quando crei una rete comprendente altri autori o blogger che operano nel settore dei libri, è molto probabile che deciderai di iniziare una collaborazione con loro (più che altro, uno scambio di favori): in questo caso sarà ancora il Guest Posting a rappresentare una soluzione ideale per ottenere tutti quanti un vantaggio. E dato che abbiamo già visto come e cosa pubblicare sui blog altrui, adesso è il caso di concentrarci sulla tua casa virtuale, ovvero sul tuo sito.

 

Quando “scambierai articoli” con altri blogger, dovrai decidere cosa fare per ritagliargli uno spazio sul tuo blog: da questo punto di vista, le interviste sono tipologie di contenuti molto attrattive. Soprattutto se le utilizzerai per fare delle domande ai blogger di maggiore successo o agli autori che fanno parte del tuo network. In questo modo otterrai due vantaggi: avrai del materiale fresco per rimpolpare il tuo blog, e offrirai ai contatti della tua rete un modo per variare gli argomenti del tuo sito, e per cacciare quella sensazione di auto-referenzialità che – purtroppo – è sempre uno spettro pronto a sferragliare le sue catene sui tuoi contenuti!