Blog di scritturaFrequento diversi blog che parlano di scrittura creativa ed editoria. Non solo negli argomenti dei post pubblicati, ma anche negli interventi che li commentano ho trovato spesso spunti di riflessione e suggerimenti.
Li seguo perché sono risorse preziose per approfondire svariati temi legati al mondo della scrittura. Inoltre, partecipare attivamente alle discussioni ha contribuito ad ampliare la mia rete di contatti con un reciproco e spontaneo scambio di visite. I blogger che seguo e alcuni dei loro lettori hanno lasciato commenti sul mio blog, dopo avermi conosciuta grazie a qualche mio intervento.
Non mi piace farmi pubblicità sui blog altrui, per questo, quando le chiacchierate virtuali sotto i post tendono in quella direzione, preferisco proseguirle privatamente via mail. In ogni caso, interessarmi a ciò che scrivono e pensano gli altri porta loro a interessarsi a ciò che scrivo e penso io.

Tra i blog di scrittura più interessanti, voglio segnalarne tre che a mio parere possono essere utili, ognuno a suo modo, a tanti scrittori esordienti per essere informati, per affinare la propria tecnica e per imparare dalle esperienze altrui.

Penna Blu, gestito da Daniele Imperi, propone articoli sulla scrittura, sull’editoria e sul blogging. Ha un pubblico molto vario che genera nei commenti interazioni estremamente interessanti e stimolanti. Nei post di Daniele ho trovato molti consigli pratici e informazioni dettagliate per sfruttarli al meglio, ma ogni suo articolo termina chiedendo i pareri e le testimonianze dei suoi lettori così che ognuno abbia modo di parlare di sé.

Salvatore Anfuso, ogni lunedì, pubblica sul suo blog lezioni di grammatica tutt’altro che noiose e condivide la sua esperienza di autore, tra corsi di scrittura creativa e racconti pubblicati sulle riviste. Il suo blog ha un’impronta più personale rispetto ad altri dello stesso genere ed è questo elemento a rendere avvincenti anche i post più seriosi. Salvatore, scoprendolo dai commenti a un suo articolo, ha partecipato alla mia presentazione di Torino, malgrado i miei romanzi non rientrino nel suo genere di letture. Come Penna Blu, ogni tanto, pubblica guest post, cioè articoli scritti da altri, purché attinenti ai temi trattati nel blog. Non ne ho ancora approfittato, ma in futuro potrebbe essere un ulteriore mezzo per farmi conoscere.

LEGGI ANCHE:   Promozione vista dagli autori #5: gruppi Facebook frequentati e abbandonati.

Scrivere per caso di Michele Scarparo propone interessanti rubriche attraverso le quali uno scrittore può mettersi alla prova davanti al suo esigente ed eterogeneo pubblico. Mi sono messa in gioco, per esempio, con “Sostiene l’autore”, inviando due racconti anonimi da sottoporre al giudizio, sempre anonimo, dei suoi lettori. È stato un esperimento interessante che consiglio di provare per ricevere opinioni oneste sul proprio stile narrativo. In seguito, si può decidere se rivelare il proprio nome o meno, ma resta un buon esercizio per saggiare le reazioni a ciò che scriviamo e, soprattutto, come lo scriviamo. Ho partecipato anche alla rubrica “Acchiappami” che non si svolge in forma anonima, ma serve a ottenere critiche e suggerimenti sulla sinossi del proprio libro, sulle lettere di presentazione da inviare agli editori oppure sulla quarta di copertina. Io ho presentato proprio quest’ultima e, partendo dalla mia proposta iniziale, ci ho lavorato insieme ai commentatori raggiungendo un risultato soddisfacente.

Frequentare questi blog mi ha aiutata a limare difetti che non sapevo di avere, mi ha permesso di conoscere e sfruttare tante informazioni su come dovrebbe essere un buon libro, mi ha fornito suggerimenti su come migliorare il mio blog e, infine, ha attirato un po’ d’attenzione anche su quello che scrivo.

Simona Colombo

Altri articoli della serie