10 segreti per promuovere un libro sul web

Come promuovi il tuo libro?

Come si promuove un libro sul web? Quali sono i segreti per aprire le porte di internet e far conoscere al pubblico il proprio lavoro? Se si ha in cantiere l’uscita di un’opera oppure si hanno già uno o più manoscritti disponibili all’acquisto, queste sono di certo domande che vi ponete ogni giorno, nella speranza di imboccare la direzione adeguata. Molto spesso, però, riuscire a fare una buona presa sui lettori non è cosa facile, prima di tutto perché la concorrenza è tanta, come in un enorme acquario dove solo i pesci grandi hanno maggiore visibilità. Ed è per tal motivo che, oggi, in questo articolo vogliamo svelarvi i 10 segreti per promuovere un libro sul web.

La parola “segreti”, sebbene forse abusata in molti contesti, in questo caso ha volutamente una valenza speculare, nel senso che come non ci si improvvisa (o quantomeno non ci si dovrebbe improvvisare) scrittori, così non ci si può raffazzonare marketer: i 10 segreti per promuovere un libro sul web devono essere alla base della “disciplina” dell’autore emergente, soprattutto quando non si pubblica con una casa editrice molto nota o che comunque non intende favorire in modo attivo la diffusione della propria opera.

Senza altro indugio, dunque, approfondiamo il discorso su quali siano i 10 segreti per promuovere un libro sul web.

1 . Avere un buon “prodotto”: anche se con un termine che potrà inorridire qualcuno, quando parliamo di promozione e affini, il libro diventa un prodotto, anche se di tipo culturale e di certo non paragonabile – ad esempio – ad un bene di uso domestico. Ma una cosa accomuna entrambi, ed è la necessità che siano perfetti, quanto meno dal punto di vista formale. Se produceste frigoriferi, di certo non li immettereste sul mercato senza un preventivo collaudo, assicurandovi ancora prima che tutti i pezzi e gli accessori siano al posto giusto: per quale motivo per un libro non dovrebbe essere lo stesso? La metafora usata, ad onor del vero, è potenzialmente allibente, ma incarna lo spirito adeguato per la comprensione. Lanciare in vendita il proprio manoscritto lasciandolo allo stato grezzo è non solo poco professionale, ma anche una sorta di marchio negativo al quale si viene presto o tardi assoggettati. Prima di pubblicare un libro, occorre che vi sia dietro una revisione professionale, una accurata correzione della bozza e un editing eseguito da personale competente. Questo tipo di lavoro non si risolve in un paio di giorni, ma necessita di tempo e, in alcuni casi, anche di approfondite analisi e scambi di vendute fra l’addetto ai lavori e l’autore, cosa che non tutte le case editrici offrono. C’è poi la questione grafica, riferita e all’impaginazione e alla realizzazione della copertina, che richiede un professionista esperto in desktop publishing. La domanda è: siete sicuri che il vostro libro sia pronto per essere letto dal pubblico? È perfetto

2 . Avere un sito/blog personale: non è immaginabile essere un Mr/Mrs X qualunque se si cerca di promuovere il proprio libro online. Metterci la faccia, la firma, sporcarsi le mani nel senso buono del termine è assolutamente necessario. In questo caso, dunque, avere un sito o un blog personale è fondamentale, poiché non solo è un veicolo per ampliare la propria rete di contatti, ma è anche un modo per dialogare con i lettori, un posto dove potersi esprimere e raccogliere la giusta utenza da indirizzare, poi, verso il sito del libro da pubblicizzare. Naturalmente, tale sito non può essere improvvisato, perché è un po’ il vostro bigliettino da visita, la vostra vetrina virtuale per il popolo del web: per questo motivo non sono ammessi siti che non siano professionali, magari pesanti nella grafica e farraginosi nell’utilizzo, con notizie che non abbiano interesse alcuno sul lettore (e quindi non mirate alla promozione del libro) e via dicendo. La domanda da porsi è: quale immagine sto dando di me ai miei lettori (o potenziali)? Sarei interessato a proseguire la mia navigazione su di un sito approssimativo di un autore emergente che pubblicizza (male) il suo sconosciuto romanzo? Com’è indicizzato? Sono davvero in grado di gestire da solo un meccanismo del genere oppure mi occorre un aiuto professionale (per maggiori dettagli sul servizio di creazione siti web professionali proposto dalla nostra Associazione clicca qui)?

LEGGI ANCHE:   I 10 segreti per promuovere un libro sul web (II parte)

3 . Avere un sito/blog dedicato al libro: fra i 10 segreti per promuovere un libro sul web non poteva quindi mancare la necessità di parlare della progettazione di un sito web dedicato completamente al libro o alla saga di propria creazione. Qui vale un po’ lo stesso discorso che per il sito/blog personale, con in più l’indiscutibile necessità di attirare il lettore e convogliare la sua scelta verso l’acquisto del proprio libro, sulla condivisione. I libri scritti ogni anno sono migliaia, molti dei quali non vendono oltre le copie destinate ad uso personale (leggi smerciati a parenti ed amici), rimanendo costantemente nell’ombra non perché non siano validi, ma perché restano non noti, nascosti. Un sito dedicato al manoscritto e collegato direttamente con il proprio portale personale è un indubbio vantaggio proprio perché è da qui che potrete applicare mirate strategie di marketing volte ad incuriosire il potenziale lettore, attirando traffico utenti che, se ben gestito, si trasforma in automatico in un libro venduto (o più). La domanda da porsi è: i contenuti del mio sito web sono adeguati? Il blog è indicizzato? Da spettatore esterno, trovandomi su di un portale dedicato ad un libro, sarei interessato ad acquistarlo?

4 . Newsletter del sito: sia che si tratti di un sito personale o dedicato al proprio libro, la newsletter non può mancare. All’interno di questa mail periodica ci dovrà essere un sunto delle attività tenute sul proprio portale, dagli appuntamenti in programma alle curiosità sui personaggi descritti. Anche qui, l’occhio vuole la sua parte e poi, necessariamente, la newsletter dovrà essere di veloce utilizzo e di facile “navigazione”. La domanda da porsi è: so realizzare una newsletter interessante? Sono capace di gestire al meglio le informazioni e le mie attività all’interno di questa mail? Oppure mi serve un aiuto esterno?

5 . Avere un booktrailer: è l’equivalente del trailer cinematografico, quindi un modo interattivo di pubblicizzare un libro sul web. Molti, infatti, possono non soffermarsi su di un post descrittivo, ma di certo perdono due minuti di tempo per vedere un video su YouTube. E il vostro booktrailer deve necessariamente emergere dalla massa, non essere blando e soprattutto non fai da te, a meno che non siate dei professionisti del settore. In un minuto o poco più dovrete catturare l’attenzione dell’utente, costringerlo ad andare sul vostro sito e a rimanere sulle sue pagine per conoscere tutto del vostro libro e, infine, acquistarlo. La domanda da porsi è: quanto è valido il mio booktrailer? Sono davvero capace di montare un video in maniera professionale senza che sembri un filmino delle vacanze? Incuriosisce il lettore?

Terminiamo qui la nostra prima parte dedicata all’approfondimento dei 10 segreti per promuovere un libro sul web (qui trovate, invece, la seconda parte). Se avete domande in merito alla promozione di un libro online e cercate informazioni e servizi professionali, cliccate sul pulsante sottostante e riceverete quanto prima una risposta. Stay tuned!

LEGGI ANCHE:   Come promuovere un libro sul web | Consigli per lo scrittore emergente
Promuovi ora il tuo libro